FAQ sulla SEO: le risposte alle domande più frequenti che fate su Google

In questo articolo ho deciso di rispondere a quelle che sono le domande più frequenti che vi fate sulla SEO.

Come le ho trovate? Attraverso i tool che utilizzo quotidianamente per la ricerca delle keyword e cercando tra le ricerche correlate di Google.

SEO: cos’è, a cosa serve e come funziona? Significato e Acronimo

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization.

La SEO è la disciplina che, attraverso strategie e processi di ottimizzazioni tecniche, contenutistiche e off-site, migliora il posizionamento organico di un sito sui motori di ricerca.

Da non confondere con la SEA (acronimo di Search Engine Advertising), che migliora il posizionamento di un sito tramite attività a pagamento. Qui trovi un approfondimento su come poter far lavorare in sinergia SEO e SEA.

I motori di ricerca su cui lavoriamo di più sono Google, Bing e Yandex.

Ma come funziona nel concreto la SEO?

Come tutte le attività di marketing, si inizia con la definizione della strategia (che va realizzata con gli obiettivi del cliente).

Una volta definita la strategia, inizia una prima fase dedicata alle analisi del mercato (identificazione delle keyword su cui lavorare e analisi dei competitor organici).

Il 3° step prevede un’analisi approfondita del sito (SEO Audit); questo documento contiene:

  • problematiche tecniche con relative soluzioni (come, ad esempio, il miglioramento delle performance)
  • ottimizzazioni on-page (sulla base delle keyword identificate)
  • analisi dello status off-site (con eventuali suggerimenti su come migliorare l’autorevolezza del dominio)

Una volta ultimate tutte le richieste fatte, iniziano ad arrivare i primi risultati…

Naturalmente la SEO, al contrario della SEA, lavora per ottenere risultati a lungo termine e duraturi nel tempo. Serve quindi pazienza, ma soprattutto fiducia nei suggerimenti del SEO

Per consolidare infine i posizionamenti acquisiti e migliorare quelli delle top keyword per cui ancora non riusciamo ad essere primi nonostante le ottimizzazioni on-page, si passa all’acquisizione di link su siti terzi (link building).

seo

SEO Audit: cos’è?

La SEO Audit è un documento che serve per poter valutare lo stato di salute un sito.

Attraverso una serie di tool (gratuiti e a pagamento), vengono analizzati:

  • Scansionabilità e stato di indicizzazione attuale
  • Performance e analisi dei Core Web Vitals
  • Alberatura
  • Internal linking
  • Elementi on-page (heading tag, meta tag, immagini, ecc..)
  • Contenuto
  • Referral Domain e Backlink

Tutti queste tematiche contengono, a loro volta, singoli elementi che:

  • vengono descritti nel dettaglio (così da far capire perché lo stiamo analizzando)
  • vengono riportati gli eventuali errori riscontrati
  • vengono indicate le soluzioni per la loro risoluzione

Alle attività vengono quindi assegnate delle priorità sulla base dell’importanza del singolo fattore sul ranking del sito così da poter ottenere i primi risultati in un tempo minore.

Quali sono le attività SEO?

Le attività principali della SEO prevedono:

Scopri tutti i nostri servizi

SEO e SEM: la differenza

L’affidabilità è una metrica molto simile all’esperienza; i siti web che trattano temi inerenti alla salute d

La SEO (Search Engine Optimization) rientra tra le attività della SEM.

La SEM (Search Engine Marketing) è l’insieme delle attività online che favoriscono la crescita di un sito attraverso l’incremento del numero di utenti che lo visitano.

Potremmo quindi dire che:

SEM (Search Engine Marketing) = SEO (Search Engine Optimization) + SEA (Search Engine Advertising)

SEO copywriter: cos’è?

Il SEO copywriter è una persona esperta nella creazione di contenuti ottimizzati per il web. Vengono quindi messe in pratica una serie di strategie utili a fornire un testo SEO friendly che riesce a performare in maniera ottimale sui motori di ricerca.

I contenuti SEO friendly non solo devono posizionarsi sui motori di ricerca, ma devono essere utili per gli utenti e persuasivi.

Naturalmente i contenuti devono sempre essere realizzati a 4 mani tra consulente SEO e cliente, considerando il target di riferimento, lo scopo, le CTA, ma soprattutto il tone of voice del brand stesso.

copywriter

SEO: quali sono i tools gratuiti?

Tra gli strumenti (ed estensioni) che vengono utilizzati dai SEO troviamo sia strumenti a pagamento (come Semrush o SEOZoom), ma anche tools gratuiti.

Di seguito i più importanti tools SEO gratuiti:

  • Google Trends
  • Google Search Console
  • Keyword Surfer
  • Page Speed Insight
  • WebPageTest
  • Web.dev
  • Google Anaytics
  • Test dei risutati avanzati di Google
  • Web Developer
  • SEOquake
  • Redirect Path
  • JAST
  • Seorch
  • Screaming Frog
  • Wappalyzer
  • LinkKlipper

Scopri la lista completa degli strumenti SEO gratuiti

Semrush cos’è?

Semrush è uno strumento SEO a pagamento utile per analizzare, monitorare un sito web e identificare nuovi trend.

Si tratta di uno strumento che consente di:

  • Analizzare ed identificare le keyword
  • Monitorare le keyword di progetto
  • Analizzare gli aspetti tecnici di un sito
  • Analizzare gli aspetti contenutistici di un sito
  • Verificare lo status attuale di visibilità organica di un sito
  • Individuare i competitor organici
  • Analizzare e monitorare i backlink
  • Creare report personalizzati e molto altro ancora…

Prova Semrush gratis per 14 giorni.

SEO: come scegliere le parole chiave?

La scelta delle parole chiave è la base di un progetto SEO.

Si tratta dell’identificazione di tutte quelle ricerche (parole o frasi) effettuate dagli utenti e che possono essere interessanti per il business del cliente.

Sono proprio queste le parole su cui un SEO lavorerà affinché il brand sia visibile con un risultato organico.

Le keyword vengono identificate attraverso tool a pagamento, ma non solo. Online esistono davvero molti tool gratuiti che aiutano l’utente nella ricerca delle parole chiave, come Google stesso.

Le keyword si suddividono in 2 tipi differenti: keyword Short Tail (a coda corta) e keyword Long Tail (a coda lunga).

Le Short keyword sono quelle che solitamente mostrano i volumi di ricerca maggiori e una competizione online più alta. Le keyword Long tail, invece, hanno volumi di ricerca minori, ma una competizione online più bassa. Oltre a questa prima differenziazione, troviamo la clusterizzazione delle keyword sulla base del funnel di conversione:

  • Keyword informazionali: fase iniziale del processo. Sono tutte quelle keyword di alto livello per cui un utente esprime un bisogno, ma ancora non sa quale sia la scelta finale. Utili per generare brand awareness
  • Keyword navigazionali: l’utente sta cercando un brand specifico
  • Keyword transazionali: tutte quelle ricerche dove un’utente sta cerando un servizio specifico
keyword seo

Per poter scegliere quindi le keyword più utili al proprio business, il mio consiglio è quello di iniziare a lavorare in primis sulle keyword long tail.

In un secondo momento, e dopo aver lavorato all’ottimizzazione tecnica del sito, potrete iniziare a lavorare sulle keyword short tail (e che corrispondono per lo più alle keyword transazionali).

Scopri in questo articolo come effettuare al meglio la ricerca delle parole chiave.

SEO: quali sono le best practice?

Ecco le best practice più importanti per la SEO:

  • Ottimizza le performance (concentrati sui Core Web Vitals)
  • Ottimizza la struttura informativa del sito
  • Presta attenzione al crawl budget
  • Migliora l’internal linking
  • Crea contenuti di originali e di qualità
  • Non copiare i testi altrui!
  • Sii costante con le pubblicazioni
  • Effettua una potatura SEO
  • Ottimizza i tag title
  • Ottimizza le immagini
  • Presta attenzione alla cannibalizzazione delle keyword
  • Evita tecniche di Black hat SEO
  • Aggiornati sempre, perché a Google piace cambiare 🙂
  • Affidati agli esperti, altrimenti rischi di fare peggio!

La SEO è a pagamento?

La SEO è un servizio, per cui è necessario un pagamento!

A differenza dalla SEA, dove l’investimento per poter essere visibile su Google è costante, con la SEO il costo è solo quello iniziale e si otterranno benefici che durano nel tempo.

Potremmo quindi dire che, a fronte di una spesa iniziale, ci sarà un ritorno nell’investimento costante nel tempo e naturalmente un guadagno extra dato da una maggiore visibilità organica che senza la SEO non potrebbe esserci!

Quanto costa la SEO?

La risposta è dipende!

Perché quando viene quotato un progetto SEO ci sono svariati fattori che entrano in gioco.

Di seguito i criteri con cui vengono definiti i costi di un progetto SEO:

  • il numero dei siti
  • le country coinvolte
  • la durata del progetto e le ore di lavoro
  • eventuali contenuti da creare
  • quanti link si vogliono acquisire
  • il numero di persone coinvolte in un progetto

Se cerchi un preventivo SEO per il tuo sito, non esitare a contattarci 🙂

È possibile fare SEO su Amazon?

Sì, anche le schede di Amazon possono e dovrebbero essere ottimizzate!

Il processo di ottimizzazione su Amazon è differente rispetto a quello che necessita un sito web.

Tra i fattori di posizionamento delle schede prodotto troviamo:

  • numero di vendite
  • parole chiave
  • recensioni
  • CTR

Come si lavora quindi sulle schede prodotto per poter migliorare la propria presenza su Amazon?

  • Ottimizzare i titoli
  • Ottimizzare i bullet point
  • Ottimizzare le descrizioni
  • Ottimizzare le immagini
  • Ottimizza la pagina dello store
seo per amazon

SEO per STORE MANAGER

Ecco il nostro libro che spiega il nostro metodo di lavoro con ben 15 casi studio al suo interno. Guida all’acquisizione di un metodo per ottimizzare e dare maggiore visibilità al tuo e-commerce, brand o azienda.

Ideale per SEO, store manager, imprenditori e proprietari di e-commerce.

Vuoi aumentare la tua visibilità online?

Parlaci del tuo progetto

In questo articolo...

Potrebbe interessarti anche...

SEO per Shopify

Cos’è Shopify Shopify è una piattaforma commerciale che offre la possibilità di realizzare un sito e-commerce e facilitare le vendite, la gestione dell’inventario e del personale in negozio fisico tramite

Come ottimizzare la Sitemap XML per la Seo

Un uso alternativo della Sitemap Xml per migliorare l’indicizzazione delle pagine e aumentare le performance seo. Che cos’è una Sitemap.xml? Il file denominato sitemap.xml non è nient’altro che un file