Come aumentare il valore medio dell’ordine? 6 chiari consigli da utilizzare subito

Stai cercando nuovi spunti per incrementare le vendite, ma soprattutto i guadagni, del tuo eCommerce?

Hai pensato a delle soluzioni che ti permettano di aumentare l’AOV, ovvero il valore medio dell’ordine? Ho raccolto qualche idea per gratificare i tuoi clienti e indurli a nuovi acquisti: 6 soluzioni che puoi mettere subito in pratica. Diamoci da fare!

Cos’è, perché è utile e come calcolare l’ordine medio per il tuo eCommerce

Lavorando nel settore, probabilmente ne hai già sentito parlare. Cosa significa AOV? È l’acronimo di Average Order Value, ovvero, come abbiamo già chiarito, il valore medio dell’ordine. Tradotto in altri termini, rappresenta un criterio rilevante perché riporta la spesa media compiuta dal cliente. Sì, ma come calcolare l’ordine medio?

Per ricavarlo il calcolo è semplice: AOV = ricavi / numero di ordini.

Ti permette di capire vari aspetti rilevanti, come ad esempio quali sono i comportamenti di consumo, ma è prezioso anche per valutare l’utilità delle iniziative di marketing. Il dato può essere impiegato poi, con il tasso di conversione, per comprendere i guadagni legati al numero delle visite.

Aumentando l’AOV puoi potenziare le entrate e costituisce una risorsa funzionale anche in quei periodi in cui si realizza una contrazione del numero degli ordini.

Considera infine una questione tanto semplice quanto rilevante: è più facile incrementare la spesa di un cliente che hai già acquisito piuttosto che far lievitare i ricavi con l’acquisizione di un nuovo cliente. Chi ha già scelto il tuo shop, se ha vissuto un’esperienza positiva, può sviluppare un rapporto di fiducia che porta a nuovi acquisti.

Consigli operativi su come aumentare il valore medio dell’ordine (AOV): dagli incentivi agli articoli aggiuntivi

Okay, tutto chiaro, ma quali sono le migliori strategie per potenziare l’AOV? Ti presentiamo 6 consigli pratici che possono dimostrarsi utili per il tuo progetto.

Un primo approccio da valutare è sfruttare incentivi all’acquisto in relazione a una soglia. Sono soluzioni che spingono ad acquisti più rilevanti sul piano economico, oltre a dimostrare attenzione verso l’acquirente, la cui soddisfazione diventa una leva da non sottovalutare.  

Due pratiche soluzioni su come aumentare AOV sono:

  • Proporre la spedizione gratuita per ordini che raggiungono un importo minimo. Questa è una delle strategie più praticate. La ragione è piuttosto semplice: il cliente che può contare sulla spedizione gratuita è più predisposto all’acquisto. Tracciando una soglia appropriata, i tuoi clienti saranno portati a raggiungerla per ottenere la consegna gratis.
  • Fornire sconti su certi quantitativi di prodotto. Puoi applicare uno sconto a fronte dell’acquisto di più articoli. Anche questa tecnica è un grande classico del marketing ed è stata ampiamente sperimentata nei negozi tradizionali prima che su quelli digitali. La prospettiva del risparmio porta il cliente all’acquisto di più prodotti.  
Promozione Amazon legata alla spedizione gratuita

Un’altra opzione da sperimentare è sfruttare la possibilità di presentare l’acquisto di ulteriori articoli correlati in fase di conclusione dell’esperienza d’acquisto. Come avrai capito, stiamo parlando di cross-selling e up-selling.

La strategia è chiara: in fase di checkout puoi presentare al tuo cliente la possibilità di comprare un altro prodotto, chiaramente attinente a quanto inserito nel carrello. La differenza tra cross e up-selling la conosci molto bene: nel primo caso andrai a presentare prodotti che vanno a integrare l’ordine, mentre nell’altro proponi i prodotti di fascia superiore.

Scarsità e urgenza, note leve della comunicazione persuasiva di cui ti ho già parlato in un altro approfondimento, sono strumenti che puoi integrare nelle tue strategie di cross e up-selling.

Esempio di Upselling fornito da Blog.hubspot.com

Altre soluzioni pratiche? Reso gratuito, prodotti raccomandati e programmi fedeltà

Al momento dell’acquisto nel cliente nascono tanti dubbi che possono inibire il completamento del processo. Se vogliamo che un incremento dell’AOV, dobbiamo cercare di ridurli se non cancellarli. Uno strumento utile, da questo punto di vista, è l’introduzione del reso gratuito.  

Questo permette di superare quel senso di incertezza legato alla possibilità che il prodotto non risponda alle attese. Eliminando questo ostacolo, il cliente sarà più indotto a inserire in carrello più prodotti. Meglio se il reso, oltre ad essere gratuito, prevede anche tempi rapidi e semplicità nelle operazioni.

Una volta analizzato il profilo del cliente, puoi suggerirgli dei prodotti raccomandati, selezionati tra quelli che sono coerenti con il comportamento d’acquisto. È una soluzione già adottata da tempo dai big dell’eCommerce, come Amazon e Zalando. La costruzione di un’esperienza d’acquisto personalizzata spinge a scoprire nuovi prodotti dell’offerta

Prodotti consigliati da Zalando

Se l’offerta del tuo negozio prevede prodotti che vengono acquistati con una certa frequenza (pensiamo soprattutto agli articoli di consumo come prodotti alimentari, cosmetici, integratori, ecc.), è utile attivare dei programmi fedeltà.

Il cliente viene ricompensato per la sua frequenza d’acquisto con premi che lo spingono a un incremento della spesa.

Valorizza i tuoi clienti: rendili soddisfatti e sarai ripagato con l’aumento del valore degli ordini

Sviluppando strategie per l’incremento dell’AOV hai l’opportunità di valorizzare i tuoi clienti, rendendoli più soddisfatti e quindi più inclini a spendere. Un ciclo virtuoso che premia le entrate e il rapporto di fiducia con l’eCommerce.

Insomma, il tuo lavoro per rendere più appagante l’esperienza del cliente sarà ricompensato con una maggiore spesa media. Un fattore che può incidere profondamente sul tuo negozio, soprattutto se consideri gli alti costi legati all’acquisizione di nuovi clienti.

SEO per STORE MANAGER

Ecco il nostro libro che spiega il nostro metodo di lavoro con ben 15 casi studio al suo interno. Guida all’acquisizione di un metodo per ottimizzare e dare maggiore visibilità al tuo e-commerce, brand o azienda.

Ideale per SEO, store manager, imprenditori e proprietari di e-commerce.

Vuoi aumentare la tua visibilità online?

Parlaci del tuo progetto

In questo articolo...

Potrebbe interessarti anche...

Come tracciare le campagne drive to store in GA4

Nonostante la continua crescita dell’e-commerce, le ricerche ci dicono che nel 2022 l’80% degli acquisti retail avviene ancora negli store fisici. Questo dato va letto nell’ambito di un’evoluzione del ruolo

Gli articoli più letti...

Agenzia Link Building

servizio di link building Domina le SERP e raggiungi i tuoi clienti in modo intelligente! 3 buoni motivi per scegliere un’agenzia di Link Building. Aumentare il Posizionamento Grazie al nostro

Consulenza SEO

consulenza seo da 15 anni In un mercato dove tutti offrono tutto, ci occupiamo di consulenza SEO da oltre 15 anni. Negli ultimi 4 anni abbiamo creato team specifici per

Migrazione SEO: la guida per non sbagliare

Tutto sulla migrazione SEO di un sito web: che cos’è, perché va fatta, come effettuarla correttamente per non perdere traffico e visibilità online La migrazione SEO rappresenta l’insieme delle attività