RISORSE SEO E AI
ARTICOLI, GUIDE, WEBINAR

SEO PER ECOMMERCE E MULTINAZIONALI

Fatti trovare dai tuoi clienti con le nostre strategie

RICERCA PER

RISORSE

Approfondisci:

WEBINAR E TALK

Approfondimenti sul mondo SEO e AI con tanti ospiti speciali

INSIGHTS & ebook

Ricerche, ebook e materiali scaricabili per il tuo lavoro

VIDEO LIBRARY

Esplora la video library per rivedere i nostri interventi

SEO PER ECOMMERCE: PiattaformE CMS

Articoli, guide SEO per eCommerce per potenziare le piattaforme più utilizzate.

SEO per Magento

Tecniche utilizzate per ottimizzare gli eCommerce sviluppati in Magento.

SEO per WooCommerce

Curiosità e guide per ottimizzare gli eCommerce su Wordpress + Woocommerce.

SEO per Prestashop

Prestashop: tutto quello che c'è da sapere quando si vuole vendere e farsi trovare.

SEO per Salesforce

Commerce Cloud, la soluzione più utilizzata al mondo per il commercio B2C e B2B.

SEO per Custom CMS

Custom CMS? Anche in questo caso la SEO sarà fondamentale per vendere.

SEO PER ECOMMERCE: Settori e Business

I nostri casi studio sull'ottimizzazione SEO per eCommerce

Automotive

Tutto sul settore dell'auto e moto.

Home Design

Arredo per B2B e home design.

Food

Vendita alimenti e bevande on-line.

Finance

Finanza e trading on-line.

Fashion

Abbigliamento e accessori.

Pharma

Dal farmaceutico al medico.

Guida SEO per eCommerce

SEO per eCommerce: la crescita del commercio online

Secondo questa ricerca di Statista, si prevede che il numero di utenti nel mercato dell’E-commerce in Italia continuerà ad aumentare tra il 2023 e il 2027, per un totale di 1,9 milioni di utenti in più (+4,73 percento).

Dopo il nono anno consecutivo di crescita, si stima che l’indicatore raggiungerà i 42,1 milioni di utenti, raggiungendo così un nuovo picco nel 2027. È da notare che il numero di utenti del mercato dell’eCommerce è stato in continua crescita negli ultimi anni.

Lo stato attuale, dopo un anno dove l’inflazione ha pesato

Nel 2023, il valore degli acquisti online B2C effettuati dagli italiani ha raggiunto 54,2 miliardi di euro, segnando un incremento del 13% rispetto al 2022. Da una parte, il settore dei servizi ha sperimentato un rinnovato slancio, principalmente dovuto alle eccellenti prestazioni dei settori Turismo e Trasporti, con gli acquisti online in questo ambito che hanno toccato i 19,2 miliardi di euro, con un aumento del 25%. Dall’altra parte, l’eCommerce relativo ai prodotti ha raggiunto i 35 miliardi di euro, in crescita dell’8%. Questo tasso di crescita, più moderato rispetto agli anni precedenti, è stato influenzato in larga misura dall’inflazione. (Ricerca di Osservatori.net)

SEO per eCommerce: il ruolo degli eCommerce Manager

Secondo la ricerca di Casaleggio Associati dei partner dell’eCommerce  nella maggioranza dei casi, la scelta dei servizi e delle tecnologie necessari per lo sviluppo di eCommerce è compito dell’eCommerce Manager. Questa figura professionale ha acquisito un ruolo sempre più rilevante all’interno delle strutture aziendali, in seguito all’incremento del fatturato derivante dalle vendite online negli ultimi anni.

Le responsabilità principali dell’Ecommerce Manager sono focalizzate sulla vendita, includendo il monitoraggio delle prestazioni di vendita e l’analisi dei dati relativi alla clientela (rilevanti per il 65% degli eCommerce Manager), ma abbracciano anche un’ampia gamma di attività. Queste includono:

  • la definizione delle strategie digitali (51%),
  • la gestione del team interno e la coordinazione con altre divisioni aziendali (51%),
  • l’ideazione e lo sviluppo delle campagne promozionali (36%),
  • la pianificazione dell’evoluzione della piattaforma e delle innovazioni tecnologiche (34%),
  • l’analisi di mercato e lo studio delle tendenze emergenti (39%),
  • il controllo delle operazioni quotidiane e la risoluzione di problemi (29%),
  • la gestione delle collaborazioni con terze parti (21%).

Si evince già da qui che l’eCommerce Manager non potrà mai effettuare da solo al meglio tutte quelle attività fondamentali ed indispensabili per portar valore al proprio progetto eCommerce.

Gli investimenti previsti dagli eCommerce Manager

Quasi tutti gli operatori prevedono di investire in nuovi servizi nei prossimi 12 mesi, in ambito di servizi di Marketing il 54% prevede nuovi investimenti, segno della sempre più importanza data a questa attività.

Gli ostacoli e le maggiori difficoltà nella scelta di un fornitore di servizi o soluzioni eCommerce sono molteplici e riguardano spesso la complessità di valutazione e confrontabilità di fornitori diversi che propongono soluzioni tecnologiche differenti, l’assistenza e sviluppi post attivazione, ma soprattutto la poca chiarezza sui servizi offerti dalle aziende.

Tra le altre difficoltà emergono i costi, metodi di lavoro, tempi di risposta, modalità di risposta, flessibilità operativa, oltre alla necessità di personalizzazione dei servizi e alla capacità di comprendere se il servizio dell’azienda avrà un impatto sul medio/lungo periodo.

Ecco perchè questa guida, per cercare di aiutarvi nella scelta del partner migliore, almeno per le attività di SEO per eCommerce.

SEO per eCommerce: scegliere la migliore agenzia

Nel 2023, sempre secondo la ricerca di Casaleggio Associati, la SEO rappresenta il 14% del budget di marketing degli esercenti eCommerce in Italia.

Questo settore sta diventando sempre più complesso ma anche più automatizzato. Gli aggiornamenti significativi dei motori di ricerca avvengono ogni 5-6 mesi, influenzando notevolmente il traffico generato dal canale SEO.

Molti brand e retailer affidano completamente la loro strategia SEO a un’agenzia, tuttavia spesso una parte delle attività, come le modifiche alle pagine web, rimane a carico dell’azienda, per agevolare così il ruolo dell’agenzia SEO nel portare valore al brand eCommerce.

Gli eCommerce Manager, nella scelta dell’agenzia SEO migliore, considerano case study con screenshot di Semrush come prova di efficacia, valutano la seniority dell’agenzia e scelgono in base al tipo di clienti già seguiti, soprattutto in relazione al settore merceologico.

Per questo motivo nel nostro sito abbiamo messo bene in evidenza:

  • Clienti che seguiamo suddivisi per settore;
  • Casi studio SEO anch’essi suddivisi per settore con screenshot di dati reali;
  • La nostra seniority:
    • 9 SEO senior con almeno 6 anni di esperienza;
    • 2 libri editi da Flaccovio Ediore: Seo per Store Manager e Stagionalità SEO per eCommerce;
    • attestato di stima fornito da Casaleggio Associati, che ci riconosce come una tra le migliori agenzie di SEO per eCommerce
    • attestato di stima fornito da Statista e Sole 24 ore, che ci riconoscono comeleader delle crescita 2024

 

Qui sotto 👇 un estratto della ricerca dei Partner SEO per eCommerce di Casaleggio Associati.

Le attività principali della SEO per eCommerce

Di seguito vedremo un esempio delle principali attività della SEO per e-commerce che in Fattoretto Agency svolgiamo giornalmente per i nostri clienti. 

L’analisi SEO dell’eCommerce

L’audit è una analisi tecnica dettagliata sullo stato di ottimizzazione del vostro ecommerce ed evidenzia chiaramente le modifiche che devono essere apportate per ottenere più visibilità in Google e negli altri motori di ricerca. L’Audit SEO per eCommerce evidenzierà le modifiche che dovranno essere apportate al vostro e-commerce per soddisfare al meglio le richieste di Google.

Per svolgere nel migliore dei modi un’analisi SEO per eCommerce, utilizziamo questi strumenti:

  • Google Analytics
  • Google Search Console
  • Screaming Frog
  • Sistrix
  • SemRush
  • aHrefs
  • Google PageSpeed Insights
  • Google’s Structured Data Testing Tool
  • Fattoboost


Per maggiori dettagli leggi l’
approfondimento sul nostro servizio di Audit SEO 

L’analisi dei competitor organici di un eCommerce

Nel processo di ottimizzazione della strategia SEO, l’analisi dei competitor online ricopre un ruolo molto importante. La ricerca di mercato del settore in analisi ci permette di raccogliere ed analizzare una discreta mole di dati di marketing per poter analizzare al meglio tutti i punti essenziali della nostra strategia.

Le analisi di mercato ci consegnano delle fonti di informazione che saranno utili nel proseguo dell’attività SEO per eCommerce. L’analisi dei competitor per eCommerce offre un preciso quadro di riferimento della situazione online dei vostri competitor rapportati successivamente alla vostra situazione.

Potrai ad esempio ottenere:

  • le keyword che portano più traffico ai siti dei competitor
  • una stima della visibilità online dei vostri competitor
  • le metriche sociali dei vostri competitor
  • il profilo di chi linka i vostri competitor

Leggi l’approfondimento sul nostro servizio di analisi competitor.

La Keyword Research

La keyword research non è altro che il processo di ricerca delle parole e delle frasi che le persone utilizzeranno per cercare determinati argomenti all’interno dei motori di ricerca. La ricerca delle parole chiave è un’attività molto importante poiché le parole chiave sono un indicatore che ti permette di capire qual è la direzione che sta prendendo la tua campagna SEO per eCommerce e se stai facendo progressi, inoltre, questa attività ti permette di studiare meglio il tuo pubblico di destinazione poiché conoscerai nel dettaglio come il tuo pubblico cerca il tuo prodotto/servizio.

Trovare le giuste parole chiave permette di svolgere correttamente altre attività affini, come ad esempio la promozione del proprio brand tramite un piano editoriale, la Digital PR e la Link Building, aumentare il traffico di ricerca del sito web per incrementare contatti, vendite e molto altro. 

Ad oggi, molti dei nostri clienti ricevono contatti e vendono online grazie al posizionamento organico. Questo non significa che il traffico organico è il santo Graal del marketing ma va considerato come parte della strategia di marketing globale e filo conduttore per generare Lead e vendite.

Non sempre gli utenti concludono un acquisto al primo colpo, solitamente si passa attraverso una fase decisionale (ne parliamo in maniera approfondita nell’articolo SEO e Customer Journey) che può durare anche più giorni. In alcuni casi, prima che l’utente concluda l’acquisto, potrebbe transitare più volte attraverso l’e-commerce, magari prima tramite un annuncio a pagamento, poi tramite ricerca organica e poi tramite traffico diretto.

Leggi l’approfondimento sull’analisi delle parole chiave e l’intento di ricerca!

L’alberatura SEO di un eCommerce

Il primo obiettivo per organizzare al meglio le categorie di un eCommerce è il seguente: mettere le persone che visitano il sito nelle condizioni ottimali per trovare con facilità il prodotto che stanno cercando. Questo risultato si può ottenere mixando bene l’architettura informativa (fase 1) progettata e l’attività di wireframing (fase 2).

Come progettare l’architettura informativa?

Cerca di capire se le categorie di prodotto possono essere raggruppate in insiemi più grandi (macro categorie) ed inizia con i ragionamenti mentali; cerca inoltre di rispettare la classificazione dei prodotti e delle categorie rispettando queste regole:

  1. Le schede prodotto possono essere raggiungibili da una sola categoria.
  2. Ogni categoria può avere al massimo 3 sotto livelli.
  3. Fai in modo che all’interno di una macro categoria ci siano poche categorie.
  4. Metti bene a fuoco i gruppi di categorie più importanti.
  5. Evita in tutti i modi di avere categorie con un solo prodotto.
  6. Definisci a parte l’elenco degli attributi di ciascun prodotto.
  7. Se tratti più di un brand, definisci a parte l’elenco degli stessi.
  8. Definisci quali sono gli attributi e i brand utili per il posizionamento.
  9. Valuta se trattare attributi e brand come pagine di categoria, filtri o pagine tag.

Per altri spunti vi consigliamo la guida dettagliata sull’alberatura SEO per eCommerce, testata su diversi eCommerce che porta poi i risultati che vedete nei nostri casi studio.

L’ottimizzazione delle stagionalità SEO per eCommerce

Il mondo dell’e-commerce è in costante evoluzione, ed è importante che i proprietari di siti web comprendano la stagionalità delle ricerche per massimizzare la visibilità del proprio sito e incrementare le vendite durante i picchi di traffico.

La stagionalità si verifica quando i dati subiscono dei cambiamenti regolari e prevedibili che si ripetono nel corso di ogni anno solare.

I cambiamenti possono essere dovuti a periodi di vendite speciali, come i saldi estivi, i saldi invernali, il Black Friday, il back to school, le principali festività dal Natale a San Valentino, le giornate nazionali internazionali e mondiali, ma anche a fattori epidemiologici, finanziari o sociali, specifici giorni della settimana o settimane del mese e persino all’andamento meteorologico.

Leggi il nostro approfondimento ed il webinar sulla stagionalità SEO per eCommerce

L’analisi dei dati predittiva

Quando si tratta di SEO, la previsione può essere un concetto complicato. Quante volte ci siamo sentiti richiedere la previsione del traffico futuro e dei posizionamenti di un eCommerce su Google? Il concetto di SEO predittiva: cosa è efficace e cosa è quasi impossibile da identificare se non ragionando per assurdo (esempio tutte le modifiche tecniche e di performance vengono risolte dai dev).

La previsione SEO è la pratica di prevedere e stimare i cambiamenti nella visibilità del tuo sito sui motori di ricerca. Questo include fattori come il traffico organico, i posizionamenti delle parole chiave e altro ancora. Cercando di prevedere il futuro, puoi pianificare in anticipo e prendere decisioni informate su come ottimizzare al meglio il tuo sito web o e-commerce per le pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

Leggi il nostro approfondimento sulla  SEO predittiva per eCommerce. 

Link building e Digital PR

La “Link Building” è l’arte di costruire collegamenti esterni che puntano al tuo sito web. Il termine significa letteralmente “Rete di collegamenti” tra i vari siti. Essi possono essere paragonati in un certo senso a delle corsie preferenziali attraverso cui diventa possibile muoversi all’interno dell’immensità dei motori di ricerca che, per il loro funzionamento, ne hanno assoluto bisogno. È proprio grazie ai link che Google riesce a fornire agli utenti le risposte che si aspettano dalle consultazioni in rete.

Attraverso perfezionati sistemi di analisi, i motori di ricerca sono in grado di evidenziare i collegamenti tra le varie pagine web valutandone contestualmente i fattori quantitativi e qualitativi, attribuendo ad ogni fonte un valore grazie ad un algoritmo chiamato PageRank.

Per capire l’importanza di questa attività che ad oggi ricopre un ruolo fondamentale per la visibilità degli eCommerce nei motori di ricerca, leggi questo approfondimento sulla link building!