Gestione prodotti non più disponibili

Una problematica seo inerente gli ecommerce è quella della gestione dei prodotti non più disponibili e che si sono ben posizionati all’interno del motore di ricerca.

La disponibilità di prodotti può subire spesso delle variazioni dovute ad esempio:

  1. al lancio di una nuova serie
  2. alla fine delle scorte nel magazzino
  3. alla fine del rapporto con il fornitore
  4. a particolari prodotti che si vendono solo in un certo periodo

La non disponibilità di un prodotto deve essere comunicata a Google nel miglior modo possibile e quindi dobbiamo differenziare al meglio la mancanza temporanea di un oggetto rispetto ad una cessazione totale dello stesso all’interno dell’ecommerce.

Come dobbiamo comportarci in quei casi?

Questa domanda è stata trattata in un video di Matt Cutts il mese scorso.

Ecco il video

In sostanza dobbiamo in primis verificare le dimensioni dell’ecommerce, ed in base ad esse varierà anche la soluzione da adottare.

Disponiamo quindi di 3 tipologie di dimensione:

  • piccolo
  • medio
  • grande

Piccolo Ecommerce
Se abbiamo pochi prodotti la soluzione ideale è quella di modificare la scheda dello stesso inserendo un box con i prodotti correlati, o in alternativa effettuare un redirect 301 del prodotto non più disponibile verso un prodotto correlato.

Medio Ecommerce
Quando abbiamo centinaia di prodotti Matt Cutts consiglia di lasciare la pagina con status code 404.
Ovviamente la pagina 404 non deve essere quella standard ma una ben personalizzata in modo da far rimanere l’utente all’interno del vostro ecommerce, qui si trovano alcuni esempi di pagine 404 utili ed efficaci.

Se uno dei prodotti aveva acquisito un buon posizionamento conviene lasciare la pagina online e replicare la soluzione precedente inserendo un box con i prodotti correlati, fintanto che il prodotto ritorni disponibile.

Grande Ecommerce
Quando abbiamo ecommerce di grandi dimensioni Matt Cutts consiglia di utilizzare il tag unavailable_after. Questo meta tag indica la scadenza della validità della pagina. Dopo quella data il contenuto individuato da quella URL non verrà più spiderizzato dal motore.

Ricapitolando quindi disponiamo delle seguenti possibilità per la gestione dei prodotti non più disponibili:

  1. pagina 404
  2. redirect 301
  3. pagina modificata con inserimento box correlati
  4. tag unavailable_after

In conclusione, non basatevi solamente nella dimensione dell’ecommerce ma controllate accuratamente il numero di backlink che riceve il prodotto non più disponibile ed il posizionamento dello stesso, ed in base a quello decidete la miglior strategia da adottare.

SEO per STORE MANAGER

Ecco il nostro libro che spiega il nostro metodo di lavoro con ben 15 casi studio al suo interno. Guida all’acquisizione di un metodo per ottimizzare e dare maggiore visibilità al tuo e-commerce, brand o azienda.

Ideale per SEO, store manager, imprenditori e proprietari di e-commerce.

Vuoi aumentare la tua visibilità online?

Parlaci del tuo progetto

In questo articolo...

Potrebbe interessarti anche...

Crawl Budget: cos’è e come ottimizzarlo

Cosa bisogna sapere sul budget di scansione di un sito web? Influisce sul posizionamento? Quando bisogna ottimizzarlo? Nel lontano 2017, la sezione Blog per Webmaster di Google (developers.google.com) ha rilasciato

Gli articoli più letti...

Tra le migliori agenzie SEO

E ti spieghiamo perché Di agenzie SEO ce ne sono veramente tante in Italia e per un cliente diventa sempre più difficile scegliere la migliore sul mercato. Ci sono tanti

Consulenza SEO

consulenza seo da 15 anni In un mercato dove tutti offrono tutto, ci occupiamo di consulenza SEO da oltre 15 anni. Negli ultimi 4 anni abbiamo creato team specifici per

Migrazione SEO: la guida per non sbagliare

Tutto sulla migrazione SEO di un sito web: che cos’è, perché va fatta, come effettuarla correttamente per non perdere traffico e visibilità online La migrazione SEO rappresenta l’insieme delle attività