E-commerce in Russia: tendenze del mercato

Il 2020 è stato l’anno che, secondo le aspettative dei tanti marketer, avrebbe dovuto portare diversi cambiamenti nel commercio elettronico russo. Era attesa la crescita dei settori farmaceutico, E Grocery, gioielleria e alcolici.

La prima metà di quest’anno si è dimostrata imprevedibile per il commercio elettronico mondiale, che sta subendo una delle trasformazioni più impressionanti. Tutti i dogmi dell’industria sono improvvisamente cambiati: comportamento d’acquisto, metodi e luogo d’acquisto, influenza della stagionalità, necessità, spese e altri fattori.

I dati 2020

Le condizioni imposte dalla pandemia hanno permesso agli acquirenti di vivere una nuova esperienza: oltre il 40% ha acquistato online ciò che in precedenza veniva comperato solo in un punto vendita, il 25% ha trovato nuovi negozi durante il periodo di lockdown ed è rimasto fedele anche dopo la revoca delle restrizioni. Nella prima metà del 2020, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, sono aumentati gli acquisti di elettrodomestici (+ 30%), casa e giardinaggio (+ 48,2%), beauty (+ 64,5%), sport (+ 53%) e edilizia (+ 74,3%). Allo stesso tempo, il segmento “abbigliamento e calzature” è in decrescita del 4,7%, gli accessori registrano una contrazione pari a 5,5 volte.

Lo sviluppo attuale

La pandemia di Coronavirus ha portato alla ribalta due direzioni importanti per lo sviluppo dell’e-commerce in Russia, al centro delle quali c’è un salto nello sviluppo tecnologico. I grandi marchi operano in formato d2c e stanno sviluppando i propri canali di comunicazione e vendite dirette. Le piccole e medie imprese, prive di tali infrastrutture e risorse, si sono concentrate sui marketplace, cresciuti del 14% durante la pandemia.

Comportamento dell’utente

La quota delle vendite online nel periodo da marzo a maggio 2020 ha superato del 25% i risultati del periodo di Capodanno. I numeri pongono nuove sfide. Più acquisti vengono effettuati online, maggiori diventano i requisiti per i venditori. Più del 40% degli utenti abbandonerà un brand se non è soddisfatto di almeno una delle fasi dell’acquisto, dal messaggio nell’annuncio all’UX del sito web o dell’app. I fattori decisivi per la scelta di un punto vendita sono la consegna gratuita e veloce, buoni sconto e campioncini gratuiti, pagamento veloce e semplice, e anche la storia del prodotto. Ma soprattutto un’offerta personalizzata, creazione di valore e comunicazione unificata cross-channel.

Le nuove regole del gioco sono diventate un serio banco di prova per molte aziende. Paradossalmente anche i marchi di lusso, il cui modello di business si basa su un servizio offline premium, sono entrati in una fase di trasformazione accelerata e hanno rivolto la loro attenzione alla tecnologia. A rischio di perdere la cosa più importante – il contatto diretto con il cliente – il segmento della moda ha iniziato a implementare tecnologie AR e VR per provare i prodotti, lanciare i propri social network e includere elementi di ludicizzazione online nel programma di fidelizzazione. Ma ha iniziato anche a sviluppare una strategia di contenuto e approfondire la conoscenza delle tendenze.

Nei primi mesi del 2020 in Russia si è registrato un forte calo della domanda di merci estere. Il calo degli acquisti online all’estero è associato alla pandemia, riferisce Izvestia con riferimento alla FCS.

Il numero di pacchi dall’estero nel primo trimestre del 2020 è stato di 71,9 milioni, il 22% in meno rispetto allo scorso anno.

“Durante la pandemia, la domanda dei cittadini russi in merito ai prodotti non alimentari è notevolmente diminuita”, osserva il presidente di AKIT Artem Sokolov. Molto spesso i russi ordinano vestiti, scarpe e articoli per la casa dagli e-commerce stranieri.

Ora la preferenza è data ai negozi online russi. La posta russa ha riferito che le richieste di consegna di merci dai marketplace nazionali sono aumentate del 500%. La ragione di ciò è l’impossibilità di effettuare acquisti offline.

Tendenze dell’e-commerce

1. Pagamenti

La tendenza agli acquisti e ai pagamenti da dispositivi mobili è in forte crescita. Sempre più clienti “vivono” sui dispositivi mobili, quindi le aziende sono più propense all’utilizzo e configurazione di servizi di pagamento.

2. Assistenti vocali

Cresce anche il numero di piattaforme che utilizzano assistenti vocali. In teoria entro il 2022 ordinare oggetti o servizi a voce potrebbe diventare onnipresente. In Russia, grazie all’assistente vocale Alisa di Yandex, puoi effettuare un ordine sul marketplace Beru o cercare prodotti su Yandex.Market.

3. Chatbot

Chatbot, machine learning, intelligenza artificiale e personalizzazione sono sempre più utilizzati nell’e-commerce. L’apprendimento automatico e i big data ti permetteranno di simulare l’intero processo di comunicazione con un client. E un chatbot configurato correttamente metterà in pratica questo processo.

 Molte aziende ricorrono alla personalizzazione delle offerte rivolte ai clienti. Raccogliendo dati, conducendo sondaggi e test (anche con l’aiuto di chat bot), non solo puoi identificare più accuratamente le esigenze, ma anche offrire al cliente un singolo prodotto.

 Il cliente non deve più sedersi per ore per scegliere i prodotti tra migliaia di offerte. Un chatbot scoprirà le preferenze e selezionerà un oggetto in pochi secondi. La tendenza alla personalizzazione continuerà a crescere.

4. Pagamento a rate

Molte aziende stanno implementando l’acquisto a rate. È il piano rateale (emesso in abbonamento con carta di credito), non sono i prestiti. Grazie a questa opzione, la conversione sui siti aumenta fino al 30%.

5. Ar technology

 Le tecnologie di realtà virtuale e aumentata vengono introdotte attivamente. Ciò consente al cliente di visualizzare il prodotto online in dettaglio, il che aumenta anche in modo significativo la conversione.

Su Amazon, ad esempio, puoi “provare” un prodotto per la tua casa. Stai acquistando elettrodomestici e non sai se si adatteranno alla tua cucina? Con l’aiuto della tecnologia, puoi puntare il telefono in cucina e vedere come apparirà il dispositivo.

In Russia, IKEA ha già offerto questa opportunità ai suoi clienti. Hanno creato un’applicazione che permette di “provare” i mobili nel proprio appartamento.

Anche l’industria della bellezza è al passo con i tempi. Sephora ha sviluppato uno strumento che ti consente di applicare il trucco virtuale al tuo viso e abbinare la tonalità di rossetto o ombretto che desideri.

6. Marketplace in Russia

Marketplace è una vetrina già pronta. Dove non hai bisogno di grandi investimenti per posizionare le tue merci. Hai già il pubblico e non devi creare e promuovere il tuo negozio, basta creare un catalogo. Con gli strumenti SEO, i prodotti che potrebbero piacere a un utente specifico vengono visualizzati automaticamente. Inoltre è facile gestire la questione della consegna, nonché il calcolo e l’utilizzo dei registratori di cassa online. Il marketplace può essere utilizzato come canale di vendita aggiuntivo che ti aiuterà a trovare nuovi clienti e ad espandere la tua presenza online. In Russia ci sono brand che operano solo attraverso i marketplace, con social media e un sito vetrina.

I più grandi marketplace in Russia sono: Ozon, Wildberries, Beru, Lamoda, Goods.ru.

 

Il Futuro del commercio elettronico in Russia e cosa fare per incrementare le vendite.

 

I proprietari degli e-commerce in Russia devono prestare attenzione al servizio clienti. I vincitori sono le aziende che lo costruiscono in modo impeccabile.

Ad esempio, su Amazon puoi restituire qualsiasi prodotto in due clic entro 30 giorni senza domande. Se i clienti capiscono che sulla tua piattaforma non solo puoi acquistare e ricevere merci rapidamente, ma anche restituirle facilmente, la loro fiducia crescerà. Molte aziende sono diventate attori importanti proprio grazie a questo modello di sistema: ricerca conveniente, interfaccia intuitiva, consegna rapida e servizio clienti perfetto.

 

Data Insight ha costruito una previsione per lo sviluppo del commercio online per i prossimi 5 anni, tenendo conto dell’impatto della crisi sulla crescita delle vendite online, inclusi fattori positivi (per la crescita) e negativi.

La crescita media del commercio online dal 2019 al 2024 sarà del 33,2%. Nel corso degli anni, il mercato delle vendite di beni materiali tramite Internet crescerà da 1,7 a 7,2 trilioni di rubli.

Lavorare sul nuovo mercato è il processo molto complesso e richiede tanto tempo ed energie. Per semplificare e ottimizzare i processi noi di Fattoretto Agency ti forniamo tutti i servizi che ti aiutano a promuovere il tuo progetto in Russia.

Vuoi aumentare le vendite del tuo ecommerce in Russia? Facile

Recenti Casi Studio SEO E-commerce

SEO per STORE MANAGER

Ecco il nostro libro che spiega il nostro metodo di lavoro con ben 15 casi studio al suo interno. Guida all’acquisizione di un metodo per ottimizzare e dare maggiore visibilità al tuo e-commerce, brand o azienda.

Ideale per SEO, store manager, imprenditori e proprietari di e-commerce.

Vuoi aumentare la tua visibilità online?

Parlaci del tuo progetto

In questo articolo...

Potrebbe interessarti anche...