Consigli SEO per arrivare preparati al Black Friday e al Cyber Monday

La SEO è un’attività a lungo termine, a differenza delle campagne Pay per Clic non è possibile raddoppiare i volumi di traffico organico in sole 24 ore, bisogna prendersi con largo anticipo, studiare e mettere in atto una strategia di ottimizzazione che ci permette di arrivare preparati ai picchi stagionali.

Ad esempio, nel grafico sottostante mettiamo in evidenza l’interesse di ricerca nel corso di un determinato periodo dei termini “Black friday” e “saldi”.

I numeri rappresentano l’interesse di ricerca rispetto al punto più alto del grafico in relazione alla regione e al periodo indicati. Il valore 100 indica la maggiore frequenza di ricerca del termine, 50 indica la metà delle ricerche. Un punteggio pari a 0, invece, indica che non sono stati rilevati dati sufficienti per il termine. (Nd Google Trends)

Analizzando questi picchi, possiamo valutare il tempo necessario per mettere in piedi tutte le attività volte ad indicizzare e posizionare i contenuti del nostro e-commerce per competere sui risultati di ricerca con Keyword specifiche legate ad un determinato evento.

Strumenti suggeriti per analizzare i trend delle ricerche nel corso del tempo

  • Google Trends (gratuito)
  • Google Search Console (gratuito)
  • SEMrush (a pagamento)
  • aHrefs (a pagamento)
  • Google ADS Keyword Planner (bisogna investire molto per visualizzare i volumi puliti delle singole parole chiave)
  • Google Analytics (se configurato correttamente e non presenta problemi di tracciamento!!!)

Attività preventive da pianificare prima del picco di ricerche

Per arrivare preparati ai picchi di ricerche, come nel caso del Black Friday di fine Novembre è necessario pianificare una serie di attività, analizziamole assieme:

Studia le tendenze degli anni precedenti

Consulta il rapporto sui termini di ricerca dell’anno scorso in Google Search Console.

Questo è un ottimo punto di partenza per lavorare:

  • Quali pagine hanno generato più traffico lo scorso anno durante la pandemia (e probabilmente lo faranno di nuovo)?
  • Quali query hanno utilizzato le persone per scoprire i tuoi prodotti e le tue offerte?

Quindi, analizza i dati di altri canali. In particolare, cerca le tue principali fonti di riferimento: affiliati, siti Web di social media, campagne e-mail. Determina quali canali ti hanno generato il maggior numero di conversioni e assegna loro la priorità per la strategia di quest’anno.

Attenzione: sia Google Analytics che Google Search Console sono tanto utili quanto complessi. Se non sai usare bene questi strumenti, ti consigliamo di prenderti per tempo e studiarli in alternativa affidarti ad un professionista che ti aiuterà a reperire ed interpretare correttamente tutte le informazioni che ti serviranno per le prossime attività.

Analizza le parole chiave

La ricerca delle parole chiave è una parte importante di una strategia SEO di successo. Il targeting di parole chiave irrilevanti o senza alcuna intenzione di ricerca di acquisto/prodotto si traduce in uno spreco di budget. Inseguire parole chiave eccessivamente competitive che ogni altro negozio online cerca significa basse possibilità di successo, come ad esempio le Vanity Keyword.

Per creare il tuo piano di parole chiave stagionale, esamina prima i dati storici dell’anno scorso. Hai visto parole chiave interessanti che gli acquirenti hanno usato per trovarti? Controlla il rapporto Query su Google Search Console dello scorso anno.

Una volta definito l’elenco principale, puoi approfondire e spulciare nuove tematiche dando in pasto l’elenco di parole chiave ad altri strumenti utili, come Google Keyword Planner o SEMrush. Segmenta i suggerimenti di parole chiave per mese per trovare parole chiave di tendenza per le festività natalizie.

Importante: Se non investi molti soldi in attività Ads, Google non ti da l’opportunità di visualizzare i volumi di ricerca esatti ma fornisce un intervallo (es. da 100 a 10000).

Se non hai familiarità con la ricerca per parole chiave, consulta prima questo articolo di approfondimento sulla ricerca delle parole chiave.

Crea pagine di destinazione dedicate per le offerte specifiche

Evita di ottimizzare le pagine già esistenti ma proponi a Google delle pagine dedicate ottimizzate verticalmente sul set di parole chiave dedicato alle ricorrenze, che si tratti di Black Friday/Cyber Monday/saldi/sconti/offerte natalizie eccetera.

Lo suggerisce anche Google Stesso, in un articolo del 2020 (link alla fonte)

Per aumentare le tue possibilità di comparire nelle query di ricerca relative al Black Friday e al Cyber ​​Monday, è importante creare pagine che abbiano come target parole chiave pertinenti. (Che hai scoperto durante il passaggio precedente).

Per trovare i migliori prezzi disponibili, gli utenti cercheranno spesso combinazioni di parole chiave con “[nome del marchio] o [prodotto] offerte, sconti, promozioni”.

Puoi ricercare quali opzioni sono di tendenza nel tuo verticale di prodotto utilizzando i risultati storici di Google Trends. A seconda del settore in cui opera la tua attività, potrebbe essere utile creare una pagina del Black Friday o del Cyber ​​Monday per ogni prodotto che prevedi di offrire con uno sconto.

Inoltre, non aspettare lo stesso giorno per creare pagine e scegliere come target parole chiave pertinenti. Usa una strategia alternativa.

Crea le pagine in anticipo e fai in modo che vengano indicizzate su Google, questo ti darà tutto il tempo per ottimizzare le pagine per gli utenti, oltre a dare ai crawler del sito web il tempo di scansionare il sito.

Potresti persino creare un intero “mini-sito” di pagine relative alle festività che non sono visibili ai visitatori finché non è il momento di iniziare a crescere per le festività natalizie.

Una volta create le pagine, devi aggiungerle alla tua sitemap XML e alla navigazione del tuo sito. L’obiettivo della creazione di queste nuove pagine di destinazione è indirizzare il traffico dalle query di ricerca che includono parole chiave correlate alle festività.

Tuttavia, dovresti comunque avere un modo per consentire ai clienti abituali di accedere alle nuove pagine se desiderano vedere le tue offerte. Aggiungendo le nuove pagine alla tua mappa del sito, fornisci una tabella di marcia per i crawler per trovare rapidamente le tue pagine e indicizzarle.

Con questi due semplici passaggi, rendi più facile sia agli utenti che ai crawler la visualizzazione e l’accesso alle nuove pagine di destinazione delle festività.

Ricordati della SEO offsite

Per ottenere un buon ranking nel medio/lungo periodo è importantissimo ricordarsi di strutturare tutte le attività necessarie per potenziare la SEO offsite.

Link Building, Brand building e Digital PR sono da mettere a preventivo in tutte le fasi della stagione.

Una volta pubblicato le pagine più importanti bisogna programmare le attività principali per potenziare la SEO offsite.

Definisci le tematiche da trattare, crea un piano editoriale, prendi accordi con le migliori testate e stabilisci i periodi di pubblicazione migliori per pubblicare online.

La Digital PR ha acquisito una crescente rilevanza nella costruzione delle strategie attuate dagli e-shop in occasione di Black Friday e Cyber Monday. È uno strumento versatile che permette sia di incentivare la visibilità del brand, con i suoi tratti distintivi e unicità legate al posizionamento, sia di potenziare le iniziative promozionali.

Un utilizzo razionale di comunicati stampa e altri materiali redazionali può mettere in luce i brand values, ma dare anche risalto alle promozioni, coinvolgendo un ampio pubblico e donando autorevolezza all’e-commerce, una volta chiaramente selezionate realtà editoriali influenti.

Le campagne di Digital PR sono un’arma per farsi spazio in un panorama che diventa ancora più affollato in corrispondenza del Black Friday. Durante l’edizione del 2020, ad esempio, le ricerche online hanno registrato un incremento del 25% nel raffronto con l’anno precedente.

È una tendenza attinente, in realtà, all’intero mese di novembre: le intenzioni d’acquisto durante il 2020 hanno registrato un balzo in avanti del 65% su base annua.

Un’efficace strategia di Digital PR diviene così un fattore chiave per sviluppare una visibilità ancora più preziosa, gettando le premesse per l’avvio di attività che portano reputazione positiva, curiosità verso le promozioni in calendario e, in generale, verso il proprio marchio, rafforzando così la brand image.

La percezione dell’azienda è del resto un aspetto oggi non trascurabile e che facilmente può sposarsi con iniziative commerciali basate sul concetto di omnicanalità, essenziale in certi mercati per cui l’esperienza in negozio resta centrale.

Se pianificate con attenzione, mirate campagne di Digital PR si rivelano una risorsa che va a integrarsi nei processi SEO, generando maggiore trust e portando ad effetti positivi in SERP. È importante che la comunicazione veicoli con coerenza i tratti che identificano il brand e l’iniziativa promozionale, senza trascurare eventuali caratterizzazioni relative a tone of voice e, più in generale, brand personality.  

Monitora in tempo reale i risultati

Con l’e-commerce ottimizzato, l’allineamento SEO attivo e le Digital PR in fase di pubblicazione puoi iniziare a monitorare e misurare i dati.

Con gli strumenti menzionati nei paragrafi precedenti, potrai analizzare tutte le informazioni necessarie per misurare le prestazioni delle campagne SEO stagionali.

Google Analytics e Google Search Console offrono una varietà di rapporti per aiutarti a identificare i tuoi risultati. Sebbene ogni attività di e-commerce sia diversa, ci sono diverse metriche universali che vale la pena monitorare:

  • Utenti nuovi e di ritorno (Pubblico > Comportamento > Nuovi e di ritorno)
  • Rapporto sui canali di traffico (Acquisizione > Tutto il traffico > Canali)
  • Rapporto sui referral (Acquisizione > Tutto il traffico > Referral)
  • Rapporto sui termini di ricerca (Comportamento > Ricerca nel sito > Termini di ricerca)
  • Rapporti sulle conversioni e-commerce (Conversione > E-commerce > Panoramica > Comportamento di acquisto e pagamento)

Questi rapporti possono suddividere il traffico del tuo sito per visitatori totali, percentuale di clic e molto altro.

Oltre a questi strumenti, potrai utilizzare dei software che sfruttano le API dei vari programmi per raccogliere ed analizzare i dati, come ad esempio Google Data Studio. Grazie ad esso potrai creare delle dashboard personalizzate in modo da agevolarti la lettura dei dati.

Canvas SEO Black Friday

Si tratta della nostra nuova guida che aiuta store manager e agenzie SEO a cogliere a fondo le potenzialità di una fase chiave per stagionalità e fatturato degli e-shop.

Nel complesso nel Canvas SEO per Black Friday vengono affrontati nove punti nodali: Brand, Promo Black Friday, Attività Previste, Insight, ecc.

Ai professionisti operativi in ambito e-commerce vengono offerti i riferimenti che permettono di tracciare i nodi fondamentali in ottica di definizione dell’approccio vincente per il proprio store.

Scaricalo ora: https://fattoretto.agency/canvas-seo-per-black-friday/

SEO per STORE MANAGER

Ecco il nostro libro che spiega il nostro metodo di lavoro con ben 15 casi studio al suo interno. Guida all’acquisizione di un metodo per ottimizzare e dare maggiore visibilità al tuo e-commerce, brand o azienda.

Ideale per SEO, store manager, imprenditori e proprietari di e-commerce.

Vuoi aumentare la tua visibilità online?

Parlaci del tuo progetto

In questo articolo...

Potrebbe interessarti anche...

Usare Google Search Console per e-commerce

Lo strumento che analizzeremo oggi è Google Search Console, il servizio gratuito ed ufficiale di Google che ci permette di analizzare e monitorare le metriche derivanti dalle sue scansioni sui