Piramide Rovesciata: impara i 5 veri step e come metterli subito in pratica

Vuoi coinvolgere il lettore? Sai davvero come utilizzare il potere della piramide rovesciata? Può rivelarsi il segreto per ottimizzare i tuoi contenuti, soprattutto quelli SEO oriented. Da dove partire, come sfruttarne le potenzialità per migliorare le performance nel web writing? Adesso ti svelerò una tecnica di scrittura per sedurre il tuo pubblico.

La piramide rovesciata è una tecnica nata in ambito giornalistico che poi, con le dovute modifiche e adattamenti, è stata riutilizzata nel web marketing. Il punto di partenza è sempre lo stesso: la conoscenza del pubblico a cui ti stai rivolgendo. Ma vanno trovati forma e contenuti appropriati, senza trascurare l’interpretazione che ne darà l’algoritmo. Il rischio di sbagliare è concreto, ma teoria ed esperienza ci vengono in aiuto.

I vantaggi della piramide rovesciata: perché usarla da subito

Alla base del modello della piramide rovesciata c’è un principio molto semplice: struttura il tuo contenuto dando priorità alle informazioni più importanti. Devi quindi pensare a una gerarchia informativa, considerando ovviamente le parole chiave, da distribuire nei vari paragrafi. Meglio anticipare, fin dalle prime battute, quei temi fondamentali per cogliere l’attenzione del lettore.

Un contenuto così strutturato sarà più semplice da seguire, valorizzando l’engagement dell’utente. Allo stesso tempo avrai il vantaggio di integrare con facilità gli elementi preziosi per la creazione di un contenuto SEO friendly.

Se il lettore è interessato a un aspetto specifico, scorrerà l’articolo fino a trovare la relativa sezione. Fornendo poi subito gli elementi semantici pertinenti la natura del testo, capisce se è quello che stava effettivamente cercando.

Non dimenticare che in particolare sul web l’attenzione si riduce a pochissimi secondi: in base a una ricerca di Microsoft Corp.1, le persone attualmente avrebbero un calo della concentrazione dopo appena 8 secondi, meno di un pesce rosso (che orgogliosamente vanta il record di 9 secondi).

Le cose che contano di più non devono mai essere in balia delle cose che contano di meno

Goethe

Come usare la piramide rovesciata? Tecniche di scrittura: la struttura del contenuto

La classica tripartizione che troviamo negli articoli è ancora valida:

  • ATTACCO. È uno dei momenti più delicati della scrittura, perché vanno intercettati quegli inneschi semantici e, se utili anche emozionali, per indurre alla lettura. Devi fornire, in poche righe, tutte le indicazioni essenziali. Una sorta di cornice all’interno della quale verranno posti gli altri paragrafi. Ovviamente andrà valorizzata anche quella parola chiave che identifica la natura del testo.
  • CORPO CENTRALE. È l’anima, anzi il cuore, del tuo contenuto. Qui riporteremo tutti i nodi chiave in cui si articola il nostro pensiero rispetto all’argomento già centrato e introdotto, con un crescendo di particolari e aspetti specifici. Sono funzionali allo scopo riferimenti, ricerche ed esempi pratici, che chiariscono talvolta meglio di tante parole un concetto.
  • CONSIDERAZIONI FINALI. Giungiamo quindi alle conclusioni, che non sono però da considerare come una semplice sintesi, ma forniscono spunti e strumenti che danno uno slancio finale al percorso dell’utente. Puoi inoltre inserire valutazioni complessive che colgono da un ulteriore punto di vista l’argomento principale.

I 5 punti della formula “segreta” della piramide invertita (o rovesciata)

Vediamo adesso, in termini più operativi, cosa fare per sfruttare al meglio la piramide rovesciata. Abbiamo trattato i tre passaggi fondamentali, ma restano ancora le singole procedure, già accennate in realtà nei precedenti paragrafi.

  1. È l’idea stessa di piramide ad importelo: definisci una gerarchia tematica. Il topic va scomposto, sul piano del contenuto, individuando ciò che è essenziale e quanto invece rappresenta un’espansione degli aspetti portanti. Un’anatomia semantica da porre in rapporto alle keyword più appropriate, lavorando in parallelo su un set di chiavi. Una volta definita questa particolare scaletta orientata alla priorità, andrà sempre tenuta al proprio fianco in fase di effettiva scrittura.
  2. Stabilisci quelle espressioni che ti permettono di conquistare subito l’attenzione e l’interesse del lettore. Queste riguardano i punti di massima priorità della nostra piramide, pensiamo soprattutto a titolo e attacco. Quanto alle tecniche che possono esserti utili, ti rimando a questo mio precedente post sulla scrittura persuasiva.
  3. Cura la forma perché l’utente trovi subito tutti gli aspetti rilevanti del contenuto. Cosa può servirti? Un utilizzo ragionato del grassetto e del corsivo, ma anche l’impiego di stampatello, dimensioni del carattere, liste puntate ed elenchi numerati. Non trascurare poi il valore delle immagini, che sono spesso degli autentici magneti dell’attenzione.
  4. Scegli gli heading giusti: quelli che sintetizzano con chiarezza l’area della piramide rovesciata coinvolta. Riporta parole evocative ma soprattutto attinenti.
  5. Crea il tuo contenuto pensando all’effettiva utilità per il lettore. Non perdere mai di vista l’utente, ciò che scrivi deve assicurargli un qualche pratico beneficio. Puoi far riferimento alla tua esperienza personale, ma non sottovalutare il valore di esempi di successo, casi studio autorevoli o ulteriori rimandi in grado di accrescere la credibilità del contenuto.

Consigli autentici per le tue attività di web writing

La piramide rovesciata è una tecnica da adattare al tuo stile, ma anche alla natura del contenuto di cui ti stai occupando. Sì, perché puoi impiegarla, in modo più o meno scrupoloso, all’interno di post blog, comunicati, UX copy e per la creazione di newsletter che sanno coinvolgere e soprattutto convertire.

Attenzione, però, non basta la teoria. Il trucco per mettere in atto con successo quanto hai imparato è tanta pratica da applicare con coerenza agli obiettivi del progetto. Perché “un’oncia di pratica in genere vale più di una tonnellata di teoria” (Ernst F. Schumacher).  

1.https://time.com/3858309/attention-spans-goldfish/

SEO per STORE MANAGER

Ecco il nostro libro che spiega il nostro metodo di lavoro con ben 15 casi studio al suo interno. Guida all’acquisizione di un metodo per ottimizzare e dare maggiore visibilità al tuo e-commerce, brand o azienda.

Ideale per SEO, store manager, imprenditori e proprietari di e-commerce.

Vuoi aumentare la tua visibilità online?

Parlaci del tuo progetto

In questo articolo...

Potrebbe interessarti anche...

e-Commerce e SEO internazionale

Hai la necessità di raggiungere nuovi utenti all’estero? Stai valutando la possibilità di realizzare un sito web multilingua nel 2022 e non hai ancora ben chiara l’idea di quali sono